Lectio Magistralis del Magnifico Rettore – MARIE CURIE: L’ostinata abnegazione di un genio

dsc_1632Sabato scorso 8 aprile 2017 nell’Aula Magna dell’Istituto il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Firenze, Prof. Luigi Dei, alla presenza di studenti e docenti del nostro Istituto, ha tenuto la lectio magistralis sulla  figura della scienziata Marie Curie.

L’intensa e suggestiva lezione ha permesso al giovane pubblico di approfondire la conoscenza di una straordinaria scienziata che è stata rivoluzionaria non solo per le ricerche e le scoperte scientifiche che hanno cambiato le sorti dell’umanità, ma anche  per i caratteri di un personaggio divenuto icona e simbolo delle stupefacenti trasformazioni di costume che caratterizzeranno i decenni a venire, in un’epoca che tumultuosamente stava trasformandosi.

Il Prof. Dei ha percorso tutto il viaggio di evoluzione di questa giovane e sensibile studentessa polacca che nonostante le avversità della vita personale e la repressione di un sistema sociale discriminatorio per le donne ha saputo raggiungere i risultati più alti della ricerca scientifica – le sarà conferito il Premio Nobel due volte, nel 1903 per la Fisica insieme al marito Pierre Curie e ad Antoine Henri Becquerel, e poi per la Chimica nel 1911.

Pierre Gilles de Gennes in occasione della cerimonia per la traslazione dei resti dei coniugi Curie al Pantheon volle sottolineare la figura di Marie definendo il suo impegno come “la bellezza dell’abnegazione”, ricordando appunto la duplice eredità che ci ha lasciato: la forza della razionalità scientifica contro l’oscurantismo delle credenze e l’uguaglianza di genere.

I contenuti e gli approfondimenti su questo tema sono stati raccolti dal Prof. Dei nel volume “Maria Sklodowska Curie – L’ostinata abnegazione di un genio” pubblicato da University Press.

dei

 

 

dsc_1625dsc_1613dsc_1621dsc_1630