Le conferenze del Salvemini – PROFESSIONI TECNICHE E VOLONTARIATO

IMG-20170209-WA0002 (3)L’IIS SALVEMINI-DUCA D’AOSTA questa mattina ha proposto una giornata di sensibilizzazione destinata alla conoscenza e alla diffusione di un’attività importante nel settore del Volontariato.

Nell’aula magna dell’Istituto si sono incontrati e hanno discusso, alla presenza degli studenti delle classi quarte e quinte dell’indirizzo tecnologico, alcuni professionisti esperti, tecnici di alta preparazione che hanno deciso di mettere a disposizione della collettività  e delle aree a rischio ambientale, o delle zone che hanno subito danni a causa di eventi quali terremoti, inondazioni, frane, ecc., tutta la loro preparazione, la loro competenza allo scopo di documentare i danni e allo stesso tempo pianificare il recupero, progettare la ristrutturazione e anche organizzare la prevenzione dei rischi futuri.

dig

dig

20170221_104602

20170221_104642

Dopo l’apertura dei lavori affidata alla Dirigente Scolastica, Prof.ssa Francesca Lascialfari, è stato il geometra Luca Cirri a illustrare l’opera di  A.GE.PRO, acronimo che indica l’Associazione dei Geometri Volontari della Protezione Civile, di cui Cirri è referente provinciale, mettendo in luce l’impegno di questi professionisti nei luoghi dei disastri ambientali e non solo.

Un impulso speciale al dibattito è stato offerto dai rappresentati della Protezione Civile provinciale che hanno documentato le attività pratiche svolte dai tecnici volontari nelle zone danneggiate poste sotto il loro diretto controllo, come ad esempio il censimento dei danni e l’individuazione delle priorità nelle aree terremotate del centro Italia.

Altro intervento particolarmente seguito è stato quello dell’ Ing. Gianluca Berardi, docente dell’IIS SALVEMINI e Tecnico Volontario, appena rientrato dalle zone martoriate del reatino e delle Marche dove ha condotto campagne di rilievo e censimento dei danni ambientali e architettonici.

L’incontro è stato moderato dal Prof. Fabio Uliano.

 

Perché questa iniziativa? La fragilità geomorfologica del nostro Paese e la malattia antropica del nostro paesaggio hanno bisogno di una cura che si chiama… Prevenzione.